Le origini

Quello che mi spinse nel 2009 ad iniziare le prime ricerche su questa vicenda è stata la leggenda diffusa in Italia tra la gente circa la vera origine dell'8 marzo, data storica tristemente etichettata in Italia col termine "Festa della donna" e conosciuta invece in tutto il resto del mondo come "Giornata Internazionale delle Donne" (International Women's Day).
Questa leggenda narrava di una fabbrica di New York, chiamata Cotton, che nel 1909 sarebbe stata incendiata dal proprietario, tale Mr Johnson, il quale decise di attuare questa crudeltà per punire le operaie che avevano fatto uno sciopero per protestare contro le condizioni di lavoro in cui erano costrette a lavorare.
Come ogni buon ricercatore decisi allora di andare ad approfondire la questione indagando oltreoceano. Con mia grande sorpresa ho scoperto che nessun sito riportava l'esistenza di una fabbrica Cotton, né tantomeno di un padrone chiamato Johnson che in passato si fosse macchiato di tale efferatezza.
Trovai invece la reale notizia, documentata su più fonti, della tragedia che il 25 marzo (e non l'8) del 1911 aveva colpito un'altra fabbrica chiamata appunto Triangle Waist Company, che era situata negli ultimi tre piani di un palazzo a New York. Da quel momento iniziai il difficile lavoro della ricerca, dedicando buona parte delle mie giornate andando a reperire tutto il materiale disponibile in rete.
Documenti, articoli, foto e video andarono ad ampliare notevolmente il mio archivio personale, fino al 2012, anno in cui decisi di fondare il Triangle Fire Project Italia, realtà unica nel nostro paese, che nasce come gruppo ospitato sul social network Facebook.
Questa nuova realtà mi ha offerto l'opportunità di entrare direttamente in contatto con i discendenti delle vittime e dei sopravvissuti della Triangle, oltre a farmi instaurare collaborazioni con importanti associazioni statunitensi come il Triangle Fire Memorial Association, oppure con altre realtà italiane, come Ester Rizzo, autrice del libro "Camicette Bianche. Oltre l'8 marzo". Aiuti preziosi e fondamentali sono stati quelli offerti da persone come Jane Fazio-Villeda, discendente di Giuseppe Zito; Michael Hirsch, ricercatore storico che collabora con la Cornell University di New York; Serphin Maltese, ex-senatore di New York e Presidente del Triangle Fire Memorial Association; Mary Anne Trasciatti, Presidentessa del Remember The Triangle Fire Coalition.
Da questo materiale raccolto negli anni è nato dapprima lo spettacolo LA FABBRICA MALEDETTA, presentato nel 2011 in collaborazione con l'associazione Totemaju e le coreografie di Ester D'Argenio, poi successivamente riadattato e integrato nel 2012 con altro materiale e assumendo il titolo FIRE!, spettacolo che sto portando in scena su vari palcoscenici (v. sezione "in teatro" di questo sito).

Massimiliano Vintaloro